I primi due inverni della stazione dell’Alpe Veglia ci mostrano chiaramente come il nivometro posizionato abbia svolto egregiamente il suo compito.

In generale la neve del secondo anno (inverno 2019-2020) è stata più abbondante del precedente, ma con un valore puntuale di neve accumulata più ridotto.

Sulla piana è presente anche la stazione nivometrica dell’ARPA Piemonte, che però non essendo in campo aperto come questa, registra valori molto superiori soprattutto quando inizia la fusione primaverile della neve.

La stazione nivometrica e pluviometrica di ARPA Piemonte, situata all’Alpe Veglia, loc. Isola.
Categorie: Meteorologia

0 commenti

Rispondi

it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: